PASStyle

14 marzo, 2007

Alla genesi del mio cappello introduttivo una tantum colloco il dictat redazionale “Perchè in fondo ogni giornale dal target giovane che si rispetti non poteva non dotarsi di una rubrica di costume”. Di moda, nello specifico. Di moda applicata, mi si perdoni il radicalismo. Rotte già tracciate da illustri predecessori che pure il neonato PASS ha deciso di sondare affidando al sottoscritto la curatela di questa rubrica. Nome originalissimo in codice: PASStyle. In modo tale che, vorrà il Fato, mensilmente ci cureremo di look and style tout court, dallo street chic del vicino di casa allo shocking glam di certo starsystem. Con tutta la spassosa terminologia anglofona del caso, yeah.

Da un rapido benchmarking, emerge che nell’affollatissimo settore dei magazines universitari a fare la parte del leone tra le rubriche di moda sia a mio avviso quella del mensile Campus, per mano di tale Marco Cortesi. Bene, applicando sin da subito uno dei concetti chiave del sistema stesso della moda, ovvero la differenziazione, preciso che non utilizzerò la linea dell’articoletto circa “come vestono i giovani”. Scelta non del tutto affrancata da una esile verve polemica. 
A differenza del Cortesi, cercherò piuttosto di dare un umile seguito alla nuova scuola dei fashion hunters o trend setters, che dir si voglia: questa rubrica recherà sempre impressa una qualche sorta di accompagnamento fotografico a condimento dei pipponi (volutamente sarcastici) circa cosa possa ritenersi “in” e circa cosa possa ritenersi “out”. Foto a cavallo tra il serio, il semiserio, il comico e il grotteso, scattate dal sottoscritto o recuperate da indagini internettiane. Con l’aggiunta di leggeri quanto innocui colpi di fioretto qua e là.

Ho scelto infine di affiancare alla pubblicazione cartacea quella digitale: ecco che su https://streetchic.wordpress.com avrete modo di dire la vostra.


giornalino universitario

OUT
Quella specie di plaid copre quella specie di abito, ma nulla copre quella specie di scarpa: in effetti la ballerina bianca con lacci gialli è proprio da evitare. Palette cromatica per vere malvestite: bianco, giallo dorato, beige, nero. Le labbra sembrano parlare chiaro: “Mh… fatto ‘na cagata”.

giornalino universitario
OUT
A proposito di trading up: fa ottima mostra di sé una bella D&G belt. Del resto quel capo spalla, salvo tu sia Della Valle o De Sica, meglio lasciarlo perdere. E giudicando dalla collana modello “vu cumprà”, non sei alcuno dei due. Il buddha, invece, ha classe.

giornalino universitario
OUT
Questi due hanno sentito che un giorno nel futuro tutti ci potremmo vestire così. Nel futuro, avete capito? Troppo avanti, forse.
 

giornalino universitario
DON’T
Come scelta stilistica, diciamolo chiaramente, i numeri sono assolutamente da evitare. Questo capo, tuttavia, si rivela utilissimo per ricordare alla vostra ragazza che numero è della lista.

giornalino universitario
OUT
Mise plastica ineccepibile, per carità; peraltro 100% impermeabile. No way invece per il calzino: azzurro, basso, bucato.

giornalini universitari
IN
Incredibile ma vero, Sisley ne azzecca una: linea davvero minimal per la nuova collezione primavera-estate. Ottima scelta quella di circoscrivere l’intervento creativo degli stilisti ai soli elementi essenziali. E poi io non avevo mai visto un manichino femminile nudo.

giornalini universitari
IN
Se ti stai chiedendo chi è questo ragazzo appena uscito da Grifoni in via Adua a Verona, devi sapere che in verità si tratta di Orlando Bloom appena uscita dal proprio albergo newyorkese in perfetto military style con boots invecchiati di Premiata e occhiale d’ordinanza, anche se probabilmente ci sono 5 gradi. Sotto lo zero. È lo star system, ragazzi.

giornalini universitari
IN
Direttamente da Parigi, una demoiselle ci mostra come il blu e il nero siano abbinabili eccome (alla faccia della convenzione) anche se non giocate nell’Inter: sopra gli fitted skinny jeans neri un cappotto blu elettrico con tanto di fascia nera in raso a mo’ di cintura. A completare il quadro, guanti neri lucidi fino al gomito e una deliziosa borsa marrone effetto vintage.

giornalini universitari
IN
Reinventa uno sports must, in maniera rigorosamente handmade: quando le Adidas stripes incontrano il gold glitter. Il risultato sarebbe glam rock. O Eldorado.

9 Risposte to “PASStyle”

  1. Mic Says:

    Ti ringrazio per il bigliettino!
    Mi dispiace per la foto oggi, magari ci rifaremo…

    Comunque questo articolo spacca!
    Buona fortuna,
    Michele

  2. Anonimo Says:

    “Justglitterlust” on your links section is not from Finland – it’s from Estonia. :)
    Could you please correct it.

  3. enrico Says:

    Copiare una rubrica e anche i commenti alle foto dai DOs e DONTs di VICE fa di voi un grosso DONT vivente.
    Complimenti

  4. Streetchic Says:

    Ciao Enrico.
    Risposto dalle vostre bande
    su Fridgemag

  5. enrico Says:

    non te la prendere ma sono di Verona e non mi va che si dica in giro che i Veronesi sono cazzoni

  6. Street Chic Says:

    Ok Enrico, chill out, respira, ora è tutto finito.

    Viviamo anche noi a Verona e, ci pensiamo un attimo, no, non ci perdereremo il sonno a sapere che ci danno dei cazzoni.
    Comunque, ripeto, “all rights reserved” come si dice o almeno questa è linea del mag che pubblica questi articoli (da qualche parte in rete dovresti trovare il .pdf se non erro).

    Un saluto

  7. Street Chic Says:

    Ok è un caso disperato. Si rispiega solo ai bambini, non ai cretini (rima in da haus).
    Arguto come nonno Simpson.
    Simpatico come una ginocchiata nei coglioni.

  8. Street Chic Says:

    ps.
    “non mi va che si dica in giro che i Veronesi sono cazzoni”
    Rileggendola a distanza di giorni, sale l’indice di affezionata mediocritate. Mamma mì…


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: