Su con la vita!

26 settembre, 2007

Su con la vita!

Di questo ritorno alla vita alta si scorgevano i primi passi a partire da un momento imprecisato dell’anno scorso, ma non attecchì del tutto. Dove per vita alta intendo pantaloni e gonne a vita alta, non il ritiro a vita stabile presso un immobile in montagna.

vita alta

© Chanel

Naturalmente ogni rivoluzione richiede i propri tempi. Non fanno eccezione tutti i casi di virate decise del sistema moda che verranno spesso e volentieri interpretate quali dictat fashion-politici. L’andamento di simili “rivoluzionarie” tendenze di moda si lascia prescrivere inoltre a ritmi sinusoidali: ora vita alta, ora vita bassa, ora vita bassissima, ora vita bassa, ora vita alta, vita altissima, vita con bottoni al naso, bottoni in testa, ora un enorme avvolgente pantalone-profilattico quindi di nuovo giù. Qualcosa s’era già visto nelle recenti collezioni primavera-estate, ad esempio con Lagerfeld per Chanel, sotto la spinta dell’ennesimo revival anni ’80. Ho ora avuto modo di assistere ad alcune sfilate di questa recente settimana della moda femminile a Milano (le foto invece si riferiscono ai mesi scorsi). Parlo soprattutto ma non solo a voi, donne, shopaholic di lunga data: qualcuno dall’alto ha deciso che la vita bassa non piace più. Ebbene sì, e ne gioiamo. Voi, piangete e strappatevi le extensions. Questa, care Frinzi girls, mi rendo conto è la brutta notizia. Quella bella è in arrivo, ma gioco di suspense. Serriamo prima il focus sul dettaglio “vita alta”: che dire, se non che si tratta di un evidente aumento dei cm in vita ovvero di un allungamento della misura verticale del pantalone (o della gonna o degli shorts) a far capo anzitutto dalla vita, in modo da arrivare con nonchalance all’ombelico? Ecco, abbiamo osato definire l’inaudito: alzare, coprire, nascondere. Personalmente non ho mai trovato particolarmente azzeccata la scelta del pantalone a vita bassa, specie bassissima, spesso e volentieri contornato da quell’effetto decisamente kitsch noto come “perizoma party”. Il capo a vita alta invece slancia la silhouette, la esalta, aiuta pure a contenere le macerie (pantaloni per donne furbe?) quindi definisce meglio le curve. L’effetto ottico è immediato: 1) pantalone più lungo uguale gambe più lunghe; 2) niente cuscinetti nè string che escono sorridendo e recandosi al bar in vostra vece. Sensualissime potenzialità.

Fra le dive del passato, in questo caso occorre citare Marlene Dietrich, probabilmente effettiva inventrice di questo stile. Marlene inoltre non trascurava le bretelle, il tocco maschile che aggiunge la giusta androginia.

pantaloni vita alta
©  Dsquared2

Ma occhio: curve e silhouette ottimizzate chiaramente non sono indice certo di femminilità, o almeno invito a diffidare dalle riviste che le spacciano così. Una mano in più con questo look la sa dare l’armoniosa abbinata portamento e camminata.
Ancora occhio: c’è vita alta e vita alta. Quella che supera in maniera convinta l’ombelico, non è il massimo, meglio non esagerare.

La buona notizia? Partiamo dal presupposto che vi è una netta differita tra tempi della passerella e tempi di acquisizione del fenomeno. Diciamo che in genere il lancio di una nuova tendenza viene digerito nell’arco di un anno, un anno e mezzo, talvolta due. Dipende da… non saprei, forse da quanto era radicata e stabile (quindi resistente alle influenze) la tendenza precedente. Dal momento che la vita bassa ha tuttora una posizione largamente dominante, le ragazze italiane ci metteranno almeno un anno a digerire la venuta della vita alta. Verona, non proprio vispa e ricettiva sotto questo profilo, saprà impiegarci “qualcosina” di più, alcuni bookmakers parlano del 2019.
Ecco la buona notizia: Frinzi girls, non temete! Potrete fare ancora lungamente sfoggio dell’ombelico, del simpatico tessuto esuberante, crogiolarvi negli amati cuscinetti e smutandarvi. Come colpirci dritti al cuore…

Una Risposta to “Su con la vita!”

  1. unibet Says:

    stilish, chissa se ci sono per taglie 44….


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: